E' molto semplice: si vede bene solo col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi (Saint-Exupéry, da Il piccolo principe)

Come aiutarci

Puoi effettuare un bonifico al seguente iban

IT92D0521603229000000013361
CREDITO VALTELLINESE
SEDE DI ROMA

Intestato a: LO VUOLE IL CUORE ONLUS


Oppure puoi finanziarci tramite i seguenti link:
http://www.iodono.com/lovuoleilcuoreonlus
http://www.iodono.com/lovuoleilcuore


"DIVENTA VOLONTARIO, INVIA UNA MAIL A INFO@LOVUOLEILCUOREONLUS.IT PER SCOPRIRE COME"

 

Il regime fiscale delle Onlus

Il sistema tributario italiano prevede numerose agevolazioni fiscali, per i contribuenti che effettuano erogazioni liberali a favore di determinate categorie di enti di particolare rilevanza sociale, sia sotto forma di detrazioni d’imposta che come deduzioni dal reddito imponibile Irpef.

In particolare, per effetto del cosiddetto decreto sulla competitività (D.L. n. 35 del 2005), le persone fisiche e gli enti soggetti all’IRES, in particolare società ed enti commerciali e non commerciali, possono dedurre dal reddito complessivo, in sede di dichiarazione dei redditi, le liberalità in denaro o in natura erogate a favore delle ONLUS, nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (più specificatamente, l’erogazione liberale è deducibile fino al minore dei due limiti).
Più precisamente:

  • ai fini della deducibilità dal reddito, le erogazioni liberali in denaro devono essere effettuate tramite banca, ufficio postale, carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari;
  • le erogazioni liberali in natura devono essere considerate in base al loro valore normale (prezzo di mercato di beni della stessa specie o similari); il donatore, in aggiunta alla documentazione attestante il valore normale (listini, tariffari, perizie, eccetera), deve farsi rilasciare dal beneficiario una ricevuta con la descrizione analitica e dettagliata dei beni erogati e l’indicazione dei relativi valori.